Linfodrenaggio Manuale

Il drenaggio linfatico manuale è una delle tecniche di massagiio piu’ raffinata e delicata, per questo è importante affidarsi a personale qualificato.

Nel nostro corpo c’è una circolazione del sangue ed una circolazione della linfa.
Il sangue porta nuterimento alle cellule del nostro corpo, filtra un centro quantitativo di liquido e proteine necessaarie per la vita delle cellule.
Queste sostanze vengono utilizzate dalle cellule e poi scartate, per evitare accumulo e per attivare l’azione di ricircolo e reciclaggio vengono immesse di nuovo nel circolo sanguigno attraverso la circolazione linfatica.
Cosi come la circolazione sanguigna ha il cuore che permette di pompare il sangue, nella circolazione linfatica troviamo i linfonodi che permettono l’avanzare della linfa. I linfonodi sono organi di un paio di millimetri distribuiti come caselli autostradali lungo il percorso delle vie linfatiche, hanno il compito di filtrare la linfa, depurarli dei germi e dei batteri attraverso la produzione di anticorpi.
Infatti si ingrossano in seguito ad una infezione e sono i primi ad essere coinvolti in eventi tumorali.

I due sistemi circolatori, sanguigno e linfatico, agiscono in perfetta sincronia ed equilibrio.
I problemi nascono proprio quando per un qualsiasi motivo questo equilibrio viene alterato.

Come Riconoscere un Massaggio Linfodrenante?

E’ una prassi ormai comune improvvissarsi operatori di linfodrenaggio, è importante invece che questa tecnica venga effettuata da un dottore in fisioterapia abilitato.

Si inizia sempre dal collo e dalla testa. Si avete capito bene, se il vostro problema è alle gambe sarà sempre necessario aprire il massaggio dalla zona del collo e della testa, perché è soprattutto in quella zona che la linfa drenata dal resto del corpo poi si riversa nel circolo sanguigno per essere rielaborata e riutilizzata.
Per farvi un esempio, se devi sgombrare un salone, di certo inizierai a portare fuori dalla porta prima i mobili che si trovano vicino alla porta e poi via via quelli piu’ lontani, stessa cosa con la linfa, prima conviene sgombrare la linfa che si trova proprio in prossimità della “porta” di uscita e poi man mano scendere verso la zona di interesse.
Un altro elemento fondamentale è la pressione esercitata dalle mani del terapista.
La maggior parte dei linfonodi e delle vie linfatiche sono superficiali quindi la pressione del buon massaggio linfodrenaggio manuale è molto delicata, sembra quasi di essere accarezzati. Ma alla fine del massaggio avrai l’immediata necessità di andare al bagno ad urinare per la quantità di liquido drenato e sarà immediato il senso di leggerezza percepito.