Massoterapia

Essendo una delle terapie più antiche e diffuse, ha una larga applicazione nella cura dei traumi e delle malattie. Viene utilizzata per ridurre la fatica, incrementare la capacità di recupero degli atleti e per rilassare i muscoli (specie per chi soffre di stress e tensione muscolare). Determina uno stato di rilassamento generale a livello psicofisico.

La massoterapia è una delle cue più antiche ed efficaci che provoca diversi effetti:
- Migliora la circolazione sanguigna e linfatica;
- Scioglie le contratture muscolari;
- Migliora la circolazione sanguigna e linfatica;
- Scioglie le contratture muscolari;
- Elimina le aderenze tra i muscoli superficiali e quelli profondi.

Esistono diversi tipi di massaggio: trasverso profondo, connettivale, sportivo, anticellulite, linfodrenaggio ecc. Il tipo di massoterapia più usato dai fisioterapisti è quello “classico” o “svedese” che ha un effetto decontratturante. Ci sono dei lettini e delle sedie speciali per mantenere il paziente in una posizione comoda. Nell’ambito della fisioterapia esistono altri tipi di massaggio terapeutico:
- Il massaggio trasverso profondo utile per curare le tendiniti,
- Il massaggio miofasciale che serve per trattare il dolore causato dal tessuto connettivo,
- Il massaggio linfatico o linfodrenaggio che si esegue come terapia per il linfedema.


La massoterapia produce un sensibile miglioramento della vascolarizzazione, aumenta l’elasticità della pelle e dei muscoli, determina un effetto rilassante e riesce ad alleviare il dolore con un effetto sedativo. Non solo migliora la circolazione linfatica ma scoglie le contratture muscolari.